/ Ai Giochi Olimpici di Barcellona ‘92, la SEAT partecipò con tre modelli speciali, 2.000 vetture per gli atleti olimpici e la formazione di oltre 30.000 volontari

/ La Ibiza fu auto ufficiale dei Giochi Olimpici

/ Furono sviluppate due versioni della Toledo: un’edizione Podium per i medaglisti spagnoli e la versione elettrica che portò la torcia olimpica e fece da battistrada in occasione della Maratona

Verona, 21/7/2017 – Il 25 luglio del 1992, centinaia di milioni di persone hanno gli occhi puntati sulla città di Barcellona: i Giochi Olimpici sono appena iniziati e sono oltre 12.000 gli atleti in gara. Con oltre 30.000 volontari formati dalla SEAT, la città apre le braccia e accoglie la grande famiglia olimpica. Una sfida logistica senza eguali, dove ogni giorno si rende necessario lo spostamento di centinaia di atleti, organizzatori e giornalisti coordinando una flotta di 2.000 vetture. Tra queste, il modello più iconico del Marchio, la SEAT Ibiza, scelta come auto ufficiale dei Giochi. A 25 anni di distanza da Barcellona ‘92, SEAT commemora la ricorrenza riportando dati e fatti notevoli sui modelli dallo spirito olimpico.

/ Ibiza Olimpica: una serie speciale della Ibiza bianca, personalizzata con i 5 cerchi olimpici e il logo Barcelona ‘92, è stata scelta l’auto ufficiale dei Giochi. La Ibiza Olimpica contribuisce ad arricchire la storia del più iconico dei modelli della SEAT, giunto ora alla quinta generazione e che vanta oltre 5,4 milioni di unità vendute.

/ Una Toledo adatta ai vincitori: solo 25 unità della versione speciale della Toledo furono prodotte e consegnate a ciascuno dei 22 atleti spagnoli che vinsero una medaglia olimpica. Contraddistinta dalla vernice blu navy, includeva alcuni dettagli esclusivi tra cui un telefono portatile nel bracciolo e inserti in legno sul volante.

/ Facendo strada alla fiamma olimpica: per poter accompagnare gli atleti durante la consegna della torcia olimpica e la Maratona, gli organizzatori dei Giochi chiesero alla SEAT di sviluppare un modello specifico. Il risultato fu la Toledo elettrica, che montava un caricabatteria nascosto dietro la griglia e un gruppo di batterie che pesavano 500 chili, garantendo così un’autonomia di 65 chilometri.

/ 2.000 auto per coprire le necessità della “grande famiglia”: 400 volontari furono incaricati di guidare una flotta di 2.000 Ibiza e Toledo nei dintorni del Villaggio Olimpico, permettendo gli spostamenti da un impianto sportivo all’altro ad atleti, delegati e giornalisti accreditati durante i Giochi.

/ Pezzi da collezione: fanno parte della collezione storica della SEAT una Ibiza Olimpica, la Toledo elettrica e due esemplari della Toledo Podium, tutti pezzi da collezione che testimoniano la storia del Marchio.